fbpx

eleonora trapletti

ELEONORA TRAPLETTI

Mi chiamo Eleonora, sono originaria di una piccola provincia di Bergamo, ma mi piace definirmi come una cittadina del mondo.

Fin da quando sono piccola ho avuto sempre la curiosità per le altre culture e imparare nuove lingue.

Durante la mia adolescenza ho iniziato a viaggiare con un gruppo di amici del paese, unendoci a viaggi organizzati che avevano l’obiettivo oltre la conoscenza del luogo anche ad approfondire una parte di volontariato a sfondo sociale.

 

Per motivi di studio, lavoro e vari interessi ho fatto del viaggio la mia passione.

Ho partecipato a programmi internazionali come il progetto Erasmus, il servizio civile internazionale e il tempo che avevo a disposizione lo occupavo facendo parte dell’organizzazione mondiale Cisv che si occupa di programmi educativi.

Mi piace scoprire nuove tradizioni, nuovi posti e spesso vado all’avventura perché trovo stimolante scovare luoghi, al di fuori del classico turista.

La mia formazione è focalizzata sul sociale, prima ho studiato sociologia per 3 anni e poi ho continuato con la laurea di servizio sociale.

Mi definisco una assistente sociale un po’ atipica perché stare troppo tempo in ufficio non fa per me e sono sempre alla ricerca di progetti da fare e trovare il contatto con le persone.

Ho fatto molto volontariato e ho lavorato con adulti nell’ambito immigrazione e anche con i soggetti in stato di forte vulnerabilità ( es. senza dimora e centri penitenziari).

Per un periodo ho lavorato con adolescenti e giovani e credo siano una fascia di età dove è possibile stimolarli e attuare in loro un cambiamento.

Ho vissuto il mio ultimo anno in Bolivia lavorando in un centro di riabilitazione per giovani privati di libertà, dove ho appreso molto e ho confermato ancora di più quanto sia bello unire la passione che per il viaggio e approfondire l’aspetto sociale, culturale e tradizionale di nuovi posti del mondo.

La mia frase preferita di una canzone portoricana è:

“Dame la mano y vamos a darle la vuelta al mundo”

L’idea di un prossimo viaggio mi fa battere il cuore.

Avete presente l’esperimento sociale di Pavlov? Del cane che quando sente il campanello associa il cibo e cosi inizia il suo processo di salivazione?

Ecco per me è un po’ la stessa cosa, però mi succede ogni volta che ho la possibilità di scoprire posti nuovi.

L’adrenalina scorre nelle vene appena prendo foglio e penna con davanti il mio computer e inizio a pensare alla prossima meta di viaggio.

Viaggiare, che bella cosa e quanto sono fortunata che posso farlo senza troppi ostacoli, senza il problema dei documenti, del tempo ( per ora), dei soldi ecc…

Anche a voi capita di essere felici quando potete scappare dalla routine e dal posto in cui vivete tutto l’anno? Be’ chi non lo sarebbe, direte voi, ma ecco a mio parere ci sono differenze nella modalità del viaggio e questo dipende molto da quanto tempo si ha a disposizione, gli interessi e le curiosità che una persona ha e il tipo di viaggio che si vuole fare.

Grazie a BeeTourist ho la possibilità di organizzare i viaggi, focalizzandomi sulla parte della cultura e anche l’aspetto sociale che più mi emoziona.

Ho scelto BeeTourist perchè penso sia una della poche agenzie che crea viaggi alla portata di tutti, con stili diversi e itinerari originali, sempre pronta a stimolare le persone con nuovi luoghi e culture da scoprire senza stancarsi mai.

SEGUIMI SU

PARTI CON ME

I MIEI ARTICOLI

Socials