fbpx
La Storia di Beetourist Capitolo 8

La Storia di Beetourist Capitolo 8

Capitolo 8

Capitolo 7

A volte abbiamo chiaro ciò che vogliamo , ma non lo prendiamo.

Che sia un lavoro, che sia un progetto di vita , ciò che ci manca è la fiducia in noi stessi.

Ti dico questo perché dopo aver vissuto quanto ti racconterò in questo capitolo ho realizzato che dirsi : “non so come fare” è una scusa , o meglio una difesa.

La verità è che ti potranno svelare tutti i percorsi possibili , ma se non ti senti sicuro di fare il primo passo rimarrai immobile e assieme a te quel cambiamento che aspettavi.


Si può stare con una persona tutta la vita, ma senza promesse, semplicemente scegliendosi ogni giorno.


La storia di beetourist

Settembre 2018.  Ti è mai capitato di notare che a volte accadono cose proprio nel momento più opportuno? Spesso lo realizzi a posteriori, quando ne accade un’altra che si incastra perfettamente nel puzzle della tua vita …ma solo grazie al pezzetto aggiunto poco prima.

Tornata dal Costarica mi aspettava Settembre assieme ad una serie di cose da “sistemare “  prima tra tutte Beetourist con il 70% che ancora apparteneva a Marco.

Quando misi la firma 5 anni prima sapevo che avrei dovuto scindere il piano personale e quello professionale , sapevo che il “per sempre”  in amore non esiste , attenzione non è cinismo il mio…è realismo.

Si può stare con una persona tutta la vita, ma senza promesse, semplicemente scegliendosi ogni giorno , solo così non si cadrà nella trappola dell’abitudine o nel circolo della noia.

Solo così ti ricorderai che è amore se quella persona ti rende migliore, se condividi , se ridi , se ti senti completo.

Nei 4 mesi successivi alla rottura avevamo ripreso i contatti e come se avessi il cuore completamente anestetizzato riuscivo ad organizzargli viaggi e trasferte, a parlarci come se fossimo amici di lunga data e di base lo eravamo diventati.

Poi un giorno è arrivata , quella bastonata tra capo e collo, quella delusione che si aggiunge alle altre, che ti fa aprire ancora di più gli occhi , che ti fa pensare che forse, forse può andare anche peggio , che si… sei forte , ma che il cuore per quanto anestetizzato resta un cuore.

Così dopo essermi schiantata di notte con l’auto appena acquistata ho capito che una vita ci hanno dato e che dovevo difenderla, che un rapporto lavorativo , come un rapporto d’amore, si basa sulla fiducia e se viene a mancare deve cessare.

In Beetourist avevo lavorato sempre e solo io, era la mia creatura, e i frutti del mio lavoro meritavo che andassero a me.

Ho fatto la mia offerta , grazie a mia madre ho potuto pagare il 70 % che mancava. Acquistare le quote è stato acquistare la libertà. Ora potevo far volare l’ape.


Il tempo è la cosa più preziosa che ci possano donare


Alla fine di Settembre è arrivata la coincidenza , il mio angelo. Quale è stato il suo ruolo? Mi ha ispirata.

Mi ha contattata dicendomi di essersi appassionato al progetto di Beetourist, voleva offrirmi la sua consulenza gratuitamente. Qualcuno lo aveva fatto con lui a suo tempo e lui ha un obiettivo nella vita.: “Ispirare un milione di persone”. 

Non ti parlerò del suo curriculum perché per quanto sia ricco di successi nonostante la giovane età , ciò che  mi ha ispirata è l’attenzione che mi ha dedicato.

Dopo una prima call formale, si è instaurato un bellissimo rapporto di amicizia, assieme abbiamo costruito il nuovo sito di Beetourist da zero dandogli una nuova veste. Quella che vedi oggi.

Una sera durante una delle nostre telefonate mi ha invitata in Irlanda per fare un brain storming itinerante.

Inutile dirti che comprai il biglietto all’istante.

Quel viaggio mi ha aperto la mente , mi ha fatto conoscere me, Ilaria, un vulcano sopito che si stava svegliando. Ora era finalmente pronto ad esplodere.  

Tra scogliere, praterie e branchi di pecore lui è riuscito a dare un ordine alle idee che avevo, alle emozioni che provavo, abbiamo toccato ogni tema possibile , dalla religione all’infanzia, agli studi , ai rapporti , agli obietti personali.

Abbiamo meditato nel Connemara National Park, ci siamo stretti la mano a Cliff of Moher promettendo di tornarci brindando ai risultati che quel viaggio “ interiore “ avrebbe portato.


La storia di Beetourist

Sono salita sull’aereo per rientrare a Roma GRATA.

Una volta atterrata ho trovato una sua mail nella quale era lui a ringraziare me.  

Diceva che gli avevo “ passato VITA con i miei sguardi e le mie risate”.  A conclusione della mail una dedica : “Viva “ di Ligabue.

Ogni volta che ascolto quella canzone mi vedo con i suoi occhi.

Gli occhi di chi ha visto in me un potenziale, gli occhi di chi ha investito il suo tempo nel mio sogno , portandomi a dire “posso farlo”.

Il tempo è la cosa più preziosa che ci possano donare.

Che fine ha fatto il mio Angelo?

Continua ad ispirare le persone , e a lavorare per rendere ancora più grande il suo sogno.

Nel Prossimo Capitolo :

L’arrivo di Explored

Non hai letto i capitoli precedenti? Eccoti il Capitolo 1

Leave a Reply

Your email address will not be published.