fbpx
La Storia di Beetourist Capitolo 4

La Storia di Beetourist Capitolo 4

Capitolo 4

Capitolo 4

Una cosa è certa, facci caso, dopo un mare in tempesta arriva quella calma quasi surreale.

Mentre scrivo provo a visualizzare la scena, come nei film, è l’alba, un cielo rosa che tende al viola e il mare a quell’ora è uno specchio, puoi sporgerti dalla barca e ciò che vedi è solo il riflesso del tuo volto.

Se ripensi alla tempesta non sai nemmeno tu dove hai trovato le forze per remare così , chiunque ti direbbe di riposare , di staccare…Ma tu che sei uscita dalla tempesta , cambiata, sai che è proprio durante il sereno che devi remare ancora più veloce e rinforzare la barca…Non si sa mai, dovesse tornare la tempesta.


Ogni punto di arrivo è un punto di partenza

L’obiettivo era avere un nuovo sito, non doveva sparare missili o preparare il caffè, doveva semplicemente funzionare, essere intuitivo e accattivante.

Iniziai la ricerca di una nuova web agency stavolta ne scelsi una che lavorava nel campo del turismo, Titanka , li incontrai di persona durante il TTG , la fiera di Rimini , e formalizzammo l’accordo.

In poco tempo realizzarono il sito e la pagina Facebook per la quale creavano anche dei post sponsorizzati, a un prezzo umano.

Le richieste aumentavano e di conseguenza il lavoro per produrre preventivi ma acquistava solo chi mi conosceva o chi mi contattava su suggerimento di amici o parenti che mi conoscevano.

Lato positivo? Il passaparola è davvero la pubblicità più potente che ci sia. Lato negativo, i soldi spesi in campagne social non erano abbastanza e io di più non ne avevo.

Ero a tutti gli effetti un’agenzia on line che pubblicava pacchetti vacanza e faceva viaggi su misura, ma non poteva essere il punto di arrivo, piuttosto un punto di partenza.


 

 

La Storia di Beetourist Capitolo 4

L’Amore che metti in ciò che fai lo rende unico

Il 2016 volgeva alla fine , avevo un sito e un pacchetto di clienti fidelizzati e i guadagni coprivano le spese finalmente . Per il 2017 l’obiettivo era crescere, chiesi ai clienti per quale motivo sceglievano Beetourist, il motivo era il tempo che gli dedicavo e la capacità di capire il tipo di viaggio che volevano.

Non ero un agente di viaggio , ma una consulente.

La differenza la faceva l’empatia, sin dalla prima telefonata riuscivo ad instaurare un rapporto con il cliente e la cosa mi è sempre venuta naturale. Io amo il contatto con le persone.

Da questa analisi era emerso il punto di forza che era al contempo il punto debolezza.

Per far crescere Beetourist avrei dovuto selezionare persone come me con la stessa dedizione e lo stesso amore. Difficile ma non impossibile.  Nel 2017 avrei incontrato la prime delle persone “importanti” per la crescita di BEE.

Fatte le considerazioni potevo godermi il Capodanno in pace alle Bahamas… Invece NO.

Due colpi di scena all’orizzonte, uno il 22 Dicembre per la serie “ un Sereno Natale”  il secondo qualche settimana dopo.

Nel prossimo capitolo:

Capitolo 5 

  • Quando tutto cambia

Nei Capitoli precedenti :

Leave a Reply

Your email address will not be published.